“A Mia Madre”

A Mia Madre

 

Non c’è strada, non c’è vicolo, non c’è rumore e suono che non mi riporti alla mente la nostra vita

Mi rimangono i ricordi di bambina, di fanciulla e poi donna

Oggi che sei andata via e, mi manchi più di ieri sento la solitudine

Rimpiango le ore che ho trascorso lontana da te

mi odio, per i lunghi silenzi

per le eterne litigate

Avrei voluto riavvolgere quel nastro incerottato

restaurare quell’immagine di vita che non era nostra

 riscrivere tutta la storia

Saper dire.. ti voglio bene, abbracciarti nei momenti belli e brutti

Ho capito di amarti tanto troppo tardi

quando la terra fredda ti ha inghiottito

Scusa mamma se solo oggi ti dico…

Ti voglio bene

Cristina

 

“A Mia Madre”ultima modifica: 2013-01-08T19:41:03+00:00da cri1950
Reposta per primo quest’articolo

Un pensieso su ““A Mia Madre”

Lascia un commento